PUNTO D'INCONTRO

 di Tommaso Loreto Twitter:   articolo letto 4157 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
PUNTO D'INCONTRO

Se ne parla da tempo, del rinnovo di Federico Chiesa, adesso sembra davvero che il momento decisivo sia arrivato. Le ultime cronache, in particolare dalla Gazzetta, raccontano di un accordo imminente intorno ai 2 milioni di euro senza inserimento di clausola rescissoria. Condizioni in crescita, così fosse, rispetto a quanto vociferato soltanto un mesetto fa. Quando dai 400 mila euro attuali, si diceva, Chiesa sarebbe andato a prendere oltre un milione più i bonus. 

Cifre evidentemente lontane da un mercato nel quale il giovanissimo attaccante è già, e da tempo, nel mirino delle big. Il Napoli, certo, che non ha mai nascosto la passione nei suoi confronti anche attraverso parole al miele del presidente De Laurentiis, ma anche l'Inter, senza contare le pretendenti straniere come lo Zenit di Mancini. Minacce all'orizzonte per un calciatore che già oggi rappresenta forse l'ultimo esempio di simbolo in campo. 

Non è un caso che Firenze abbia deciso di coccolare fin da subito il suo talento, e non è un caso ovviamente che la Fiorentina correndo ai ripari sia andata incontro a Chiesa. Sfoderando una sorta di offerta-bis in linea con quanto accaduto solo poco tempo fa per Bernardeschi. Affinchè le minacce che già incombono su Chiesa possano essere finalmente gestite in modo meno autolesionistico rispetto al passato.