EFFETTO BENTEGODI

 di Tommaso Loreto Twitter:   articolo letto 3068 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
EFFETTO BENTEGODI

Caccia al primo gol davanti ai propri tifosi. Non una questione di vitale importanza, almeno non quanto il bisogno assoluto di far risultato da parte della squadra di viola, ma certamente un'ottima occasione per sbloccarsi nello stadio di casa. Giovanni Simeone e Cyril Thereau, solo per restare agli attaccanti, sono ancora alla ricerca del primo centro al Campo di Marte, mentre chi ha già rotto il ghiaccio è soprattutto Federico Chiesa. 

I due capolavori contro Bologna e Atalanta restano negli occhi dei tifosi tra le (poche) immagini positive di questo avvio di stagione. Due gesti da campione, due fiammate per le quali è certamente valso il prezzo del biglietto. Due gioielli che adesso anche gli altri attaccanti di casa viola sono chiamati a inseguire. 

Simeone e Thereau, per la verità, i loro gol li hanno già segnati, ma non con l'opportunità di poterli festeggiare sotto la Fiesole. Perchè il Cholito ha segnato di fatto solo al Bentegodi di Verona, e perchè il francese, dopo i due centri con la maglia che domenica si troverà di fronte, ha messo a segno solo un gol, guarda caso, sempre in Veneto. Hai visto mai fosse arrivato di tramutare l'effetto Bentegodi in un rinnovato effetto Franchi...