CASTELLACCI, Ho lasciato l'Italia anche per Astori

22.05.2018 13:43 di Redazione FV Twitter:   articolo letto 8207 volte
Fonte: Radio Bruno Toscana
© foto di Federico De Luca
CASTELLACCI, Ho lasciato l'Italia anche per Astori

Il professor Enrico Castellacci, ex medico della Nazionale Italiana dimessosi qualche giorno fa, ha ricordato i suoi anni in Nazionale e la scomparsa di Davide Astori. Queste le sue parole: "La decisione di lasciare la Nazionale è stata presa un po' all'improvviso perché volevo partecipare al quarto Mondiale. Poi abbiamo mancato la qualificazione in Russia e ho ritenuto che fosse finito un ciclo e che fosse necessario un cambio anche nel reparto medico degli azzurri. E' stata una decisione molto serena comunque, anche perché la FIGC è stata molto carina ad offrirmi un altro ruolo in Federazione. Quindi non finisce qui la mia avventura con l'Italia. Il momento più bello? Oltre alla vittoria del 2006, per me è stato esaltante il primo momento in cui sono entrato in Nazionale. Era un sogno. Qualche aneddoto? Mi ricordo Zidane in finale che palleggiava agitato nel tunnel degli spogliatoi. Io lo dissi a Cannavaro che mi rispose: 'Vorrà dire che sbaglierà'. E così fu. Astori? Non vorrei che sembrasse inopportuno, ma uno dei motivi per cui mi sono diviso dalla Nazionale è anche per la morte di uno dei ragazzi migliori che abbia mai conosciuto: Davide ha lasciato un vuoto impossibile da spiegare. I ricordi di Davide sono stati uno dei motivi per cui ho lasciato l'azzurro. Chi mi ha fatto più ingrullire? Antonio (Cassano, ndr) e Mario (Balotelli, ndr). Lo dico con affetto perché li apprezzo, ma farebbero ammattire chiunque".