VLAHOVIC, LA FIORENTINA RESISTE: TENERLO A FIRENZE SIGNIFICA TUTTO. LIROLA, LA SENSAZIONE È CHE SE NE ANDRÀ. ZAPPACOSTA O STRYGER LARSEN: UNO DEI DUE. MILENKOVIC, IL TOTTENHAM FA SUL SERIO. SETTIMANA DECISIVA: VERSO IL CAMPIONATO

16.08.2021 09:00 di Mario Tenerani   vedi letture
VLAHOVIC, LA FIORENTINA RESISTE: TENERLO A FIRENZE SIGNIFICA TUTTO. LIROLA, LA SENSAZIONE È CHE SE NE ANDRÀ. ZAPPACOSTA O STRYGER LARSEN: UNO DEI DUE. MILENKOVIC, IL TOTTENHAM FA SUL SERIO. SETTIMANA DECISIVA: VERSO IL CAMPIONATO
FirenzeViola.it
© foto di Giacomo Falsini

Difendere Vlahovic dagli assalti degli stranieri non è un esercizio semplice, ma la Fiorentina ci sta provando. Nonostante tante indiscrezioni la volontà della società è tenerlo. Provarci comunque. L’Atletico fa sul serio, ma non arriva ai 60-70 ventilati e questo può aiutare i viola. Il Tottenham è lì che volteggia, ma non scende ancora all’attacco. La questione Vlahovic si divide su due tavoli: c’è il tema delle richieste e quello del rinnovo. Il secondo metterebbe al sicuro la Fiorentina restituendo centralità al club. Con un rapporto di lavoro più lungo, i dirigenti viola potrebbero muoversi sul mercato con più libertà, insomma sarebbero loro a dare le carte di questa partita. Con un contratto a scadenza vicina, sarebbe tutto più duro. Per questo la firma di Vlahovic rappresenterebbe la svolta. Il primo tavolo è quello degli assalti che si susseguono alternativamente sulla testa di Vlahovic. E’ vero che resistere a talune offerte diventa pressoché impossibile, ma esistono eccezioni che si possono vivere. Oggi privarsi di Vlahovic per la Fiorentina sarebbe un autogol, a prescindere dal profitto economico. Dusan è più di un giocatore al momento, è il trampolino a cui affidarsi per un rilancio improcrastinabile per la Fiorentina. 

Il giallo Lirola ha animato la giornata, ma la presenza in Francia del terzino catalano non era propedeutica ad un suo trasferimento all’OM. Era lì per altro il difensore viola. Questo, però, non sposta il problema: il Marsiglia vuole Lirola e lui asseconda il corteggiamento. La sensazione è che alla fine Pol se ne andrà. Se questo è il suo desiderio, allora non vale nemmeno la pena di battersi oltre il lecito. Anche se Lirola farebbe un gran comodo a Italiano. 

Più produttivo pensare alle alternative che non sono segrete: Zappacosta o Stryger Larsen, uno dei due sarà viola, salvo sorprese.  Si segnala una situazione di stallo sul fronte Milenkovic, ma anche in questo caso le possibilità che il serbo resti a Firenze sono veramente poche. Tatticismi di mercato: un giorno la trattativa pare chiusa un altro no. Per adesso Nikola è a Firenze, magari domani viene ceduto. Ma se rimanesse la Fiorentina dovrebbe affrontare la delicata questione del rinnovo. E lì verrebbero fuori altri ostacoli. Milenkovic è un rebus, la soluzione è in alto mare.  Però adesso il Tottenham si sta spingendo in avanti. Ha scavalcato il West Ham. E occhio alla Juventus perché a Torino a Milenkovic è sempre piaciuto. Un duello Italia-Inghilterra per provare a portare via Milemkovic alla Fiorentina. 

Da oggi partono le due settimane decisive del mercato e i sette giorni che porteranno al debutto in campionato a Roma. Sta per finire il tempo delle considerazioni, arriva quello dei risultati. L’unica cosa che conta nel calcio.