SCONCERTI A RFV: "UNA PARTITA GIOCATA DA AMICHEVOLE. CAMBI IMBARAZZANTI. ORA TOCCA A ITALIANO”

01.09.2022 11:05 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
SCONCERTI A RFV: "UNA PARTITA GIOCATA DA AMICHEVOLE. CAMBI IMBARAZZANTI. ORA TOCCA A ITALIANO”
FirenzeViola.it

Dopo Udinese-Fiorentina, ai microfoni di Radio FirenzeViola è stato intervistato il direttore Mario Sconcerti, che ha dato la sua opinione sulla gara: "Una difesa che non aveva mai giocato insieme, così come il centrocampo e l'attacco. Come fa a essere una squadra? Sembrava un’amichevole. Una partita veramente brutta. Non sono state create occasioni, e il gioco è stato solo in orizzontale. Questa squadra aveva dato alla Fiorentina 4 gol non molto tempo fa. Sono veramente deluso dalla squadra e dall’allenatore. Se si fanno tanti sforzi a costruire una rosa del genere, non si deve essere solo orgogliosi a far giocare 26 giocatori. Altrimenti non si costruisce una squadra". 

I cambi? Alcuni sono stati davvero imbarazzanti. Saponara sembra un ex. Mandragora male, di Venuti non ne parlo perché gli voglio bene. Secondo me i meno peggio sono stati Kouame e Quarta. Kouame l’unico che saltava l’uomo e giocava in verticale. La gente ormai ti conosce. Non si arriva al tiro. Quattro partite senza segnare con 2 soli tiri in porta è una cosa grave. In Olanda tra l’altro giocavamo di contropiede. Adesso sta a Italiano trovare una soluzione, perché la squadra sta rendendo molto meno di quanto può. 

I singoli giocavano come gli viene chiesto, ma se tu vai lentamente dai sempre modo agli avversari di chiudersi. La cosa è dilettantistica. Alla quarta giornata schieri una squadra troppo diversa, tanto che questi undici non hanno mai giocato insieme. La stanchezza? Il 31 agosto non esiste. Non si può schierare una squadra che non ha mai giocato assieme. 

Mercato? È già stato sacrificato molto a livello di energie sul mercato, che è stato fatto bene. Adesso la squadra deve giocar bene e non sempre nella stessa maniera. 

Questione tifoso-Spalletti? È un problema di etica. I fiorentini sono così, ma lo sono anche in molti altri stadi. Se n’è parlato tanto, ma a me interessa poco. Mi interessa la Fiorentina, ho visto una squadra di dilettanti, che non sono. Allenatore pure. 

Partita con la Juventus? Che tu la vinca o la perda, la giocherai bene. L'anno scorso sono stati presi 4 gol da Torino e Sampdoria, non grandi squadre. Queste partite sono non preparate, da dilettanti. 

I giocatori sono tutt’altro che male. Non sono fuoriclasse, ma se l’allenatore sa giocare solo in un modo, perde con certe squadre. Lo scorso anno infatti sono state ben 14 le sconfitte. Bisogna che cresca anche Italiano, perché quando una squadra gioca male il primo riferimento è l’allenatore. Italiano è ottimo, ma deve allargare un po’ la sua visione di calcio.