SCONCERTI A RFV: "UN KO CHE SA DI FREGATURA PER I VIOLA. ERRORI ARBITRALI: LA SOCIETÀ DEVE INTERVENIRE CON STILE"

23.10.2022 11:00 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
SCONCERTI A RFV: "UN KO CHE SA DI FREGATURA PER I VIOLA. ERRORI ARBITRALI: LA SOCIETÀ DEVE INTERVENIRE CON STILE"
FirenzeViola.it

A ridosso del triplice fischio di Fiorentina-Inter, il noto giornalista ed opinionista Mario Sconcerti ha commentato così a Radio FirenzeViola il ko beffa dei viola, sconfitti 3-4 dopo una gara dai tanti spunti e con diverse polemiche arbitrali al suo interno: "L'ultimo gol è una sorta di autogol di Venuti. Mi dispiace che capiti sempre a lui, spero che rivedendolo a freddo riesca a trovare più innocenza nella sua giocata. Questa partita è stata una fregatura per la Fiorentina: i viola non si meritavano la sconfitta, anche se l'Inter è arrivata tante volte davanti a Terracciano. Io vorrei rivedere l'episodio da rigore su Lautaro perché secondo me Terracciano non lo tocca. Per il resto, intanto abbiamo segnato e fatto un'ottima partita; il prezzo è stato però lasciare tanti spazi agli avversari. Il 3-3 sarebbe stato un risultato ottimo per la classifica ed il morale anche di Jovic, che ha fatto un gran gol. La fregatura finale è però nel nostro DNA e il gol al 95' rimette tutto in discussione.

Abbiamo fatto tanti sforzi per attaccare ma i gol sono stati uno su rigore e poi due giocate eccezionali di Ikoné e Jovic; queste giocate le abbiamo pagate lasciando spazi enormi dietro. La Fiorentina o parte segnando (come contro gli Hearts), altrimenti sennò è sempre sottomessa agli altri. La squadra è migliore della classifica che ha.

Italiano oggi ha cambiato qualcosa in corso con Jovic alle spalle di Cabral ed un centrocampo a due, questo ha aumentato le possibilità di segnare ma anche quelle di prendere infilate come è successo. L'arbitro poi non ci ha aiutato, per me sul quarto gol dell'Inter c'è fallo di Dzeko su Milenkovic. Vanno sottolineate la mancata espulsione di Dimarco e la spinta di Dzeko: la società deve intervenire per dire qualcosa ma senza gridare, facendolo con stile. Ma anche noi non ci siamo aiutati. Adesso è molto più importante andare a La Spezia a vincere domenica che parlare di altro. Credo che da questa squadra si possa ripartire, per andare non so dove ma si può ripartire. Le prossime partite sono decisive: con Spezia, Sampdoria e Salernitana la Fiorentina deve fare almeno 6 punti. Spero che la squadra giochi sempre come stasera, nelle prossime gare ci si gioca la tranquillità della stagione. Credo che meritassimo di più contro una squadra in forma con un Lautaro che è tra i migliori attaccanti in Europa. Sui singoli posso dire che le vampate di vivacità alla squadra le dà sempre Kouamé e da lui si deve ripartire. La sfortuna poi è non avere mai Gonzalez: se si vede quanto ha dato in questi mesi a Firenze rispetto agli infortuni che ha avuto rimane poco. Jovic è un giocatore che sa giocare a calcio e va messo nelle condizioni migliori per fare bene".