RIPARTE LA CORSA ALL’EUROPA MA IL MERCATO IN ATTACCO È GIÀ PARTITO. I GIALLOROSSI E UNA CORSA IN CONFERENCE DA PRENDERE A ESEMPIO

08.05.2022 11:10 di Tommaso Loreto Twitter:    vedi letture
RIPARTE LA CORSA ALL’EUROPA MA IL MERCATO IN ATTACCO È GIÀ PARTITO. I GIALLOROSSI E UNA CORSA IN CONFERENCE DA PRENDERE A ESEMPIO
FirenzeViola.it

La corsa all’Europa si prende il lunedì sera calcistico, abitudine non troppo richiesta ma con la quale tocca fare i conti persino in tempi di rush finale. Se un augurio può ancora esser espresso nei confronti del calcio italiano è che il finale di campionato possa restare all’insegna dell’imprevedibilità, come del resto conferma la stessa lotta alla salvezza divenuta assai più incerta nell’ultimo mese. Di certo per i viola potrebbe pure essere un vantaggio scendere in campo conoscendo già i risultati delle concorrenti, in particolare l’Atalanta visto che la Lazio ha avuto la meglio sulla Sampdoria, a patto che l’attesa del fischio d’inizio non finisca per scaricare il gruppo.

D’altronde è stata un po’ questa la sensazione (poco piacevole) respirata intorno alla sfida di coppa Italia poi persa con la Juve. Un picco d’entusiasmo e di fiducia che è andato a sbattere sulla sfortuna e l’imprecisione maturata nel doppio confronto, con conseguenti strascichi sui successivi risultati. Si può anche spiegare così la serie di 3 di sconfitte collezionate in poco più di 10 giorni, un ostacolo comunque superato almeno a giudicare la prestazione di San Siro tutt’altro che negativa. E’ da lì che gli uomini di Italiano dovranno ripartire, ritrovando elementi preziosi come Bonaventura e Torreira che restituiscano equilibrio a tutta la squadra e soprattutto concretezza in zona gol (da Gonzalez, per esempio, è lecito attendersi di più).

Intanto il finale di stagione vedrà tutti gli occhi puntati su Cabral e sul rendimento del brasiliano negli ultimi 270 minuti, ulteriore fattore nell’eventuale ritorno in Europa ma anche pura indicazione sul futuro del reparto offensivo. Con Piatek che non dovrebbe essere riscattato è già cominciata la ricerca di una figura da affiancare al brasiliano nel corso della prossima stagione, partendo dalla gioventù di Agustìn Alvarez sul quale però la Fiorentina avrebbe mollato la presa per arrivare all’esperienza di Belotti sulla quale i viola restano vigili (molto più fantasiosa la suggestione Cavani).

Mentre anche sui più giovani resta vigile l’occhio degli uomini mercato (ultimo in ordine cronologico a essere finito nel mirino sarebbe la giovane ala destra Johan Bakayoko nell'Under 19 del PSV) il grosso del lavoro spetta comunque a Italiano e ai suoi uomini, a cominciare da lunedì contro la Roma gasata dalla finale di Conference League. Un traguardo che visto da queste parti praticamente tutti vorrebbero che rappresentasse uno degli obiettivi della prossima stagione.