PROVA GENERALE MA PURE ORGOGLIO: JUVE E ATALANTA PER LA VERITÀ. MONTELLA, TURN OVER MODERATO: RIPOSA MURIEL, CHANCE PER HANCKO

20.04.2019 00:00 di Mario Tenerani   Vedi letture
© foto di Giacomo Falsini
PROVA GENERALE MA PURE ORGOGLIO: JUVE E ATALANTA PER LA VERITÀ. MONTELLA, TURN OVER MODERATO: RIPOSA MURIEL, CHANCE PER HANCKO

Arrivano i momenti definitivi di una stagione e per allungarli un po’ devi fare prestazioni super. Chiedere alla Fiorentina di superarsi dopo un’annata in grigio è veramente un’impresa. Eppure bisogna provarci, non abbiamo alternativa. Prima Juventus e poi Atalanta per una finale di Coppa Italia, tutto in 6 giorni. Una sgassata decisa, magari decisiva. 

La partita di oggi a Torino non vale per la classifica, ma per l’onore. La sfida di sempre che va giocata a prescindere anche se l’impegno di giovedì a Bergamo sarà più interessante. In questi giorni abbiamo ascoltato e letto di tutto: da chi vorrebbe i ragazzi in campo allo Stadium, per concentrarsi unicamente sulla Coppa Italia, a chi desidererebbe una Fiorentina aggressiva a Torino per far rimandare la festa scudetto alla Juventus. Chi ha la soluzione giusta in tasca può mostrarla, ma forse non c’è.

Montella ha le idee chiare: non ama le turnazioni pesanti, fanno perdere il filo del gioco. Meglio una novità per reparto. La Fiorentina a Torino non sarà stravolta. Probabilmente a sinistra al posto di Biraghi ci sarà Hancko: lo slovacco ha appena 4 presenze quest’anno e la gara con la Juve sarà un bel test. A centrocampo fuori Gerson e possibile ritorno di Edimilson davanti alla difesa. In avanti in panchina Muriel, dentro Simeone, con Chiesa a fare da pendolo tra attacco e mediana. 

Juventus e Atalanta sono sinonimo di verità per la Fiorentina. Oggi sarà un test probante in vista di giovedì a Bergamo. Serve uno scatto in avanti sul piano della personalità. Il gioco migliorerà per forza, ma il profilo temperamentale di una squadra è un’altra storia. Ci vuole più malizia, lo ha detto anche Montella.

Orgoglio e dignità, dovrebbero essere la molla della Fiorentina per un finale di stagione particolare. Potrebbe riservare sorprese positive. Sarebbe bello, sarebbe incredibile.