LA JUVE È PIÙ FORTE ED HA MERITATO: RITROVARE IL CONTATTO CON LA REALTÀ. NULLA PUÒ SCREDITARE IL GRANDE LAVORO DI ITALIANO

22.04.2022 11:10 di Stefano Prizio Twitter:    vedi letture
LA JUVE È PIÙ FORTE ED HA MERITATO: RITROVARE IL CONTATTO CON LA REALTÀ. NULLA PUÒ SCREDITARE IL GRANDE LAVORO DI ITALIANO

C’erano forse troppe speranze, troppe aspettative per la Fiorentina di scena a casa della Juve, attese che forse diventano un peso troppo gravoso per una squadra ed un allenatore che non hanno ancora l’esperienza per sopportarle. L’allenatore poi, per fronteggiare le tante assenze, ha usato la fantasia mettendo la formazione in campo, un undici che non rimarrà negli annali della storia viola per meriti di intuizione. Malgrado tutto ciò, la Fiorentina costringe gli juventini a difendersi in massa e perciò non trova spazi per creare pericoli. Perde, ma esce a testa alta dallo stadio di Torino.

All’indomani del match, è Italiano a finire nel mirino della critica, del resto si sa, l’etica del calcio è nel risultato e dopo una sconfitta così amara per i tifosi, le critiche stanno nelle regole del gioco. Tuttavia andrebbe ritrovato il contatto con la realtà, la Juventus è più forte della Fiorentina ed ha vinto meritatamente. La Fiorentina è una squadra che ad inizio stagione non partiva con obiettivi europei, né tanto meno di conquista della finale di Coppa Italia, quindi arrivando dov’è in campionato e a giocarsi una semifinale di Coppa Italia, ha già fatto più del previsto.

E quand’anche Italiano avesse sbagliato la formazione, e probabilmente l’ha sbagliata (e tornando indietro non la rifarebbe così), il suo errore non scredita il suo straordinario lavoro  nella Fiorentina, portata a lottare per l’Europa, con tanti calciatori rivalutati.
Poi anche il tecnico crescerà con l’esperienza e imparerà a gestire con più lucidità le partite da dentro o fuori come la sfida con la Juve, quelle che si imparano a giocare solo giocandole.

Adesso, archiviata la Coppa Italia c’è da perseguire l’obiettivo qualificazione europea, un risultato che la Fiorentina merita, perché lo ha costruito nel tempo, ma che sbaglia chi ritiene scontato e già acquisito, e, sempre in tema di contatto con la realtà, sbaglia anche chi gonfia a dismisura arrivando a preconizzare un piazzamento Champion’s.

I viola comunque non possono e non devono mollare, infine l’unica preoccupazione che si dovrebbe avere su Vincenzo Italiano è come legarlo prima possibile e il più a lungo possibile alla Fiorentina, magari costruendogli una squadra, facendolo partecipare alle scelte di mercato, onde proseguire il lavoro ben impostato quest’anno.