IL SECONDO ESORDIO IN MAGLIA VIOLA E LE PRIME RISPOSTE: AL VIA IL PRADÈ BIS. DA DDR A BENNACER SI AVVICINA IL MOMENTO DEI RESPONSI, PER VERETOUT SI PARTE DA 30 MLN

01.07.2019 00:00 di Tommaso Loreto Twitter:    Vedi letture
IL SECONDO ESORDIO IN MAGLIA VIOLA E LE PRIME RISPOSTE: AL VIA IL PRADÈ BIS. DA DDR A BENNACER SI AVVICINA IL MOMENTO DEI RESPONSI, PER VERETOUT SI PARTE DA 30 MLN

E’ un po’ come se fosse il primo giorno di scuola, o volendo un secondo esordio con la stessa maglia, fatto sta che da oggi Daniele Pradè può operare sul mercato in qualità di direttore sportivo della Fiorentina. Semplicemente un dettaglio burocatrico che non ha impedito al neo dirigente viola di portare avanti colloqui e incontri con il proprietario Commisso, eppure una data da registrare per chi tenesse comunque alle statistiche. Le stesse che raccontano di risultati importanti nell’ultima gestione Pradè, almeno fino quando l’operatività ritrovata quest’oggi era stata garantita al dirigente capitolino. 

Difficile dimenticare d’altronde quella che fu la lunga separazione tra il diesse e la società al termine del primo anno di Sousa, altrettanto scordare una finestra di gennaio che ha probabilmente sancito l’inizio del declino dei Della Valle. Storie del passato, nonostante la precedente proprietà torni a puntualizzare vicende di mercato come raramente accaduto negli in cui tutti le auspicavano senza peraltro troppa credibilità dalle cronache del passato, visto che oggi Pradè si ritrova in tutt’altra situazione. Anche e soprattutto dai suoi movimenti nelle prossime settimane sarà possibile capire in quale direzione vorrà andare la Fiorentina già da quest’anno. 

Intanto questi primi giorni di luglio potrebbero servire a sciogliere i primi nodi. Superato il week-end Daniele De Rossi dovrebbe essere il primo a sciogliere le proprie riserve e anche se dal club viola è filtrato grosso pessimismo vien da pensare (e sperare) che oltre alla scaramanzia ci sia anche la pretattica. DDR deve prendere una decisione non facile, affrontare la propria natura romanista e superare remore tutt’altro che banali, per questo si è preso tempo, ma ciò non toglie che se decidesse di continuare la carriera sarebbe il primo a rendersi conto di come l’opportunità viola sia la migliore sul tavolo. Dal canto suo la futura squadra di Montella accoglierebbe un leader in grado di trascinare tutto il gruppo. Al netto della condizione fisica l’arrivo di De Rossi sarebbe un gran bel segnale di partenza. 

Oltre al giallorosso le attenzioni sono rivolte anche su Bennacer, visto che se con l’Empoli l’accordo è pressoché fatto anche in questo caso è il calciatore che non ha del tutto deciso. Si sa da tempo che c’è anche il Lione in corsa, e che i francesi giocheranno la Champions League, in settimana anche questo è un responso atteso con impazienza. Molta più calma ci sarà infine per Veretout. Milan e Napoli si faranno vive a metà settimana, nei rossoneri piace Biglia mentre nel gruppo di Ancelotti si dice che Ounas o Rog potrebbero essere sacrificabili. Se ne parlerà, di certo la Fiorentina parte da una richiesta per il francese da 30 milioni, non è detto che alla fine tutto si risolva con una trattativa lampo. 

Tommaso Loreto - Direttore www.firenzeviola.it