FINALMENTE UN GRANDE CHIESA: PRIMA TRIPLETTA IN A. MA ROCCO NON DECIDE ANCORA SULL’ALLENATORE. E’ POCO CONVINTO DAI NOMI PROPOSTI E IACHINI RESTA IN POLE. OGGI JOE BARONE PROVA A CONQUISTARE LA LEGA. RITIRO PRECAMPIONATO, C’E’ MONTECATINI

30.07.2020 00:26 di Enzo Bucchioni Twitter:    Vedi letture
FINALMENTE UN GRANDE CHIESA: PRIMA TRIPLETTA IN A. MA ROCCO NON DECIDE ANCORA SULL’ALLENATORE. E’ POCO CONVINTO DAI NOMI PROPOSTI E IACHINI RESTA IN POLE. OGGI JOE BARONE PROVA A CONQUISTARE LA LEGA. RITIRO PRECAMPIONATO, C’E’ MONTECATINI

La tripletta di Chiesa è da festeggiare come tutte le prime volte. Bene, bravo tris. Gli chiedevamo più gol? Ne ha fatti tanti in un colpo solo, è arrivato in doppia cifra come mai gli era successo in serie A. E con questo Chiesa è stato facile battere un Bologna che ha chiuso anzitempo la stagione e al Franchi ha mandato delle controfigure. Ma non importa, quattro gol sono sempre quattro gol anche se s’è visto poco calcio, e forse è anche questo che sta pensando Rocco nei suoi ragionamenti attorno a Beppe Iachini e al suo calcio semplice. Confermarlo o non confermarlo? 

E’ il momento più delicato e complesso da quando Rocco Commisso ha preso la Fiorentina. C’è da decidere sulla panchina, da disegnare il futuro della squadra e l’obiettivo da inseguire per la prossima stagione e lo zio d’America, attivista all’eccesso, d’improvviso è come frenato. Assistiamo a un immobilismo insolito quando servirebbero azioni e idee chiare. Che succede? C’è la paura di sbagliare sapendo che sbagliare non è piu’ consentito? Possibile.

La sensazione vera è che Rocco sia sempre fortemente tentato dal confermare Iachini, a maggior ragione dopo ieri sera, come vi abbiamo anticipato qualche settimana fa, e in questi ragionamenti non sia in sintonia con i suoi manager che spingono invece per il cambio verso un calcio più moderno. Ma la domanda è sempre la stessa: che calcio si vuole fare? 

Non arrivano risposte, ma questo è uno stallo dal quale bisogna uscire prima possibile, ogni giorno che passa diventa più difficile programmare con la prossima stagione che riparte appena dopo Ferragosto. E anche questa fretta gioca per Iachini nei ragionamenti di Rocco.

O forse il presidente non è convinto appieno dai nomi per la panchina che i manager gli stanno proponendo? 

Fermo restando Iachini in pole position, se stesse cercando una soluzione nuova, tutta sua? 

Possibile anche questo visto che Rocco continua a parlare e consultarsi per arrivare a una sintesi.  Non credo voglia pensare al futuro solo alla fine del campionato di domenica prossima, la stagione della Fiorentina è ampiamente finita il giorno della salvezza e il giorno dopo avrebbe dovuto iniziare il lavoro per la ricostruzione. Niente di tutto questo è successo. Perchè? A quanto ci risulta, nonostante i rumors, fino a ieri  i manager non avevano ancora avuto l’ok per incontrare gli allenatori che sono nella lista dei papabili.

Certo, non può essere un quattro a zero di fine stagione al Bologna a dare a Iachini il passaporto per il futuro, ma se questo è il calcio antico che Rocco sente vicino e lo emoziona, legittima la conferma del tecnico che può blindare la parte sinistra della classifica vincendo con la Spal nell’ultima giornata. Un decimo posto insperato fino a qualche settimana fa che nell’ottica più generale conta poco, ma che invece potrebbe convincere Rocco di essere sulla strada giusta. Vedremo.

Intanto vediamo se oggi Joe Barone riuscirà in una impresa difficilissima: farsi eleggere vicepresidente della Lega. Da appena un anno nel calcio italiano, già il fatto di essere candidato è inusuale, se poi passa vuol dire che ha raccolto consensi e mostrato grande credibilità in un ambiente conservatore e fatto di alleanze e centro di potere difficili da scalfire. Auguri. Per la Fiorentina sarebbe un grosso colpo per addentrarsi nei Palazzi del pallone.

E nei palazzi della politica? C’è Renzi che ha proposto un emendamento alla legge semplificazione che se passerà potrebbe diventare un uovo di Colombo. L’ex premier propone che vengano tolte alle Sovraintendenze tutte le responsabilità e le competenze sugli stadi e in generale sugli edifici utilizzati per eventi sportivi. Una rivoluzione culturale non da poco per un paese come il nostro molto vincolato e paludato, un emendamento che consentirebbe la demolizione e la ricostruzione del Franchi più o meno come vuole Rocco. Anche qui…vedremo

Nel frattempo, si pensa anche alla nuova stagione. Dopo le donne viola e la Primavera è probabile che per la seconda settimana del ritiro precampionato anche la Fiorentina scelga Montecatini, una soluzione che sarebbe di sicuro applaudita anche dai tifosi.