DALLE MAGLIE AGLI IMPEGNI UFFICIALI, LA NUOVA STAGIONE È ALLE PORTE E ANCHE IL MERCATO ENTRERÀ PRESTO NEL VIVO

05.08.2021 11:02 di Tommaso Loreto Twitter:    vedi letture
DALLE MAGLIE AGLI IMPEGNI UFFICIALI, LA NUOVA STAGIONE È ALLE PORTE E ANCHE IL MERCATO ENTRERÀ PRESTO NEL VIVO
FirenzeViola.it

Prepariamoci, perchè come da prassi pure le nuove maglie diventeranno motivo di discussione. Con il video che ieri ha svelato la nuova prima maglia la Fiorentina muove i primi passi ufficiali del terzo anno della gestione Commisso, e in attesa dell’esordio in Coppa Italia (anticipato dalle due amichevoli ravvicinate tra sabato e domenica contro Espanyol e Montevarchi) sarà certamente curioso capire il motivo alla base del ritorno al giglio alabardato che già ha fatto discutere sui social (e che vi avevamo ampiamente anticipato su queste pagine grazie al lavoro di Andrea Giannattasio).

Che si tratti di pura scelta dettata da logiche di marketing, o semplice richiamo vintage, e al di là dei gusti personali che per definizione non si discutono, resta soprattutto il profilo di chi le indosserà l’aspetto più determinante, ed è poi per questo che una certa smania di mercato si comincia a registrare nella tifoseria. Anche perchè mentre la società è alle prese con le questioni più impellenti, soprattutto in difesa, le voci su Vlahovic sono ripartite, stavolta con il nerazzurro dell’Inter di mezzo per via della corte del Chelsea nei confronti di Lukaku.

Che l’estate del serbo potesse esser contraddistinta da una marea di interessi, anche di spessore come quello più datato del Tottenham, era da mettere in preventivo, adesso però si tratta di mettere al sicuro una minima idea di programma sportivo che non può prevedere la cessione di un classe 2000 reduce da 21 gol nell’ultimo campionato, tanto più l’anno seguente a un’altra cessione dolorosa come quella di Federico Chiesa alla Juventus.

Sotto questo profilo la fiducia sbandierata in ritiro sul rinnovo resta il miglior indicatore di una tranquillità che in casa viola (per ora) resiste, nonostante le distanze con il procuratore sulle commissioni siano più o meno le stesse e nonostante l’eventuale cessione di Lukaku consentirebbe all’Inter di riversare sul mercato una cifra probabilmente irrinunciabile per qualsiasi club, Atalanta inclusa visto che anche Zapata rientra tra i papabili per sostituire il belga in procinto di accettare la nuova destinazione londinese.

Così mentre Belotti resta un profilo da tenere d’occhio se la questione Vlahovic si complicasse (non a caso nemmeno il granata sta rinnovando il contratto) all’ordine del giorno ci sono tante altre posizioni da approfondire e affrontare. Da Milenkovic e l’attesa per un’offerta decisiva che possa arrivare dalla Juve a Pezzella che sempre in Piemonte avrebbe estimatori nel Torino, da Lirola per la cui sostituzione torna di moda pure Florenzi fino a Duncan ed Amrabat che del gruppo (folto) dei centrocampisti sembrano quelli più in discussione. Senza dimenticare la truppa di esterni dai quali potrebbe uscire uno tra Callejon e Saponara per lasciar spazio a un nuovo innesto (Orsolini o Brekalo i primi nomi seguiti). Insomma, ormai l’inizio del nuovo anno è dietro l’angolo e anche sul fronte del mercato c’è da aspettarsi più di una novità nelle prossime settimane.