COLPO DEL SECOLO PER LA SERIE A: AI TIFOSI DELLA FIORENTINA BASTEREBBE ANCHE QUELLO DEL MESE. RITIRO SENZA SCOSSONI, IL MERCATO NE HA ANCORA MENO. CORVINO DEVE ACCELERARE, SEMBRA SEMPRE LA STESSA STORIA. IL 19 IL TAS: PIOLI NON PUÒ ESSERE TRANQUILLO

11.07.2018 00:00 di Lorenzo Di Benedetto Twitter:   articolo letto 19191 volte
COLPO DEL SECOLO PER LA SERIE A: AI TIFOSI DELLA FIORENTINA BASTEREBBE ANCHE QUELLO DEL MESE. RITIRO SENZA SCOSSONI, IL MERCATO NE HA ANCORA MENO. CORVINO DEVE ACCELERARE, SEMBRA SEMPRE LA STESSA STORIA. IL 19 IL TAS: PIOLI NON PUÒ ESSERE TRANQUILLO

La Juventus, la Serie A e tutto il calcio italiano si godono quello che può essere considerato come il colpo del secolo. Cristiano Ronaldo è ufficialmente un giocatore bianconero e tutti gli appassionati di calcio, nel nostro paese, si potranno gustare da vicino quello che almeno per il momento è il miglior giocatore dell'anno. un acquisto sensazione quello dei campioni d'Italia, pronti a mettere in bacheca il loro ottavo Scudetto consecutivo e continuare a dominare in Italia, e quello relativo a CR7 fa capire una volta per tutte che nel calciomercato tutto è possibile e che con la strategia e l'intelligenza si possono mettere a segno anche acquisti impensabili. La Fiorentina non può far altro che osservare da lontano, da molto lontano, e se nessuno chiede l'impossibile, come convincere il cinque volte Pallone d'Oro a vestire la maglia viola, basterebbe almeno vivere un'estate senza avere la sensazione di essere in costante ritardo sulla tabella di marcia. Per intenderci, invece che il colpo del secolo sarebbe sufficiente quello del mese, per dare un segnale importante a una tifoseria che non ha mai abbandonato la sua squadra ma che ormai da anni ha smesso di sognare. Tre giorni fa è stato l'anniversario dell'ufficialità dell'arrivo di Mario Gomez alla Fiorentina, datato 8 luglio 2013 e in quei mesi tutto il popolo viola pensava davvero di poter dire la sua ai vertici del calcio italiano: sembra passata un'eternità, ma parliamo soltanto di cinque anni. Le cose sono cambiate, il calcio è cambiato, ma nelle ultime estati lo spartito è sempre lo stesso, con una squadra ancora da completare a un mese e una settimana dalla fine del calciomercato. 

Il ritiro di Moena è iniziato da quattro giorni ma c'è veramente poco di cui parlare. servirebbe uno scossone dal mercato ma anche su quel fronte non arrivano novità interessanti. Dopo l'arrivo di Lafont, presentato proprio ieri in Trentino, tutto faceva pensare che potessero arrivare altri colpi importanti nel giro di poche ore ma non è stato così e il tempo passa, inesorabile. Pantaleo Corvino deve accelerare, la Fiorentina ha bisogno di forze fresche. Stefano Pioli non è del tutto tranquillo, visto che ancora una volta sembra mancare la progettazione: è infatti trascorso più di un mese da quando Milan Badelj ha comunicato la sua volontà di non rinnovare ma ancora non è stato presto il suo sostituto. Il copione sembra sempre lo stesso: tutto lascia pensare che si vada avanti alla ricerca di occasioni, senza che ci siano dei veri e proprio obiettivi, nonostante si parli sempre degli stessi nomi, senza che nessuna trattativa venga però chiusa. Il 19 luglio, tra poco più di una settimana, arriverà la sentenza definitiva del TAS di Losanna e la sensazione è che lo stesso Corvino stia aspettando quel giorno per capire fin dove potrà arrivare. Sarà forse tardi, ma se non si sbloccherà qualcosa a breve la storia non è destinata a cambiare e mentre gli altri si godono Cristiano Ronaldo la felicità sembra essere sempre più lontana da Firenze.