ARRIVA ROCCO MAGNIFICO MESSERE. LAZZARI E BENNACER BUONE IDEE. BORJA E VIVIANO PER LO SPOGLIATOIO. CHIESA, VICENDA ANCORA DA DEFINIRE

22.06.2019 00:01 di Mario Tenerani   Vedi letture
© foto di Giacomo Falsini
ARRIVA ROCCO MAGNIFICO MESSERE. LAZZARI E BENNACER BUONE IDEE. BORJA E VIVIANO PER LO SPOGLIATOIO. CHIESA, VICENDA ANCORA DA DEFINIRE

Sarà un San Giovanni caldo e carico di aspettative. Sia per la finale del calcio storico sia per l’arrivo di Rocco Commisso, Magnifico Messere sul sabbione di Santa Croce. Come se l’inizio della nuova Fiorentina fosse inchiodato ai punti cardinali del Santo patrono di Fiorenza. Fino ad ora qualcosa è stato fatto, ma tutto si scatenerà dal 24 giugno in poi. Definizione del quadro societario, prime mosse di mercato, pianificazione di una lunga estate. E’ probabile che Rocco resti più del previsto a Firenze perché i suoi occhi funzionano in assoluto meglio degli altri. Perché il calcio richiede presenza, perché questa fase è troppo delicata. 

Dicono che il patron italo-americano sia così felice di assistere alla sfida di Santa Croce da aver portato con sé una bella batteria di amici e parenti. Ha fatto benissimo perché chi gli sta vicino dovrà rendersi conto del mondo Fiorentina, il suo contesto con pressioni e aspettative che il calcio italiano riserva non solo al forestiero. Rocco non potrà star sempre a Firenze, le sue attività lo tengono impegnato negli Stati Uniti, ma proverà a frequentare l’Arno più di quanto immaginiamo. 

I giorni fiorentini serviranno per orientare il mercato: i dirigenti viola sono al lavoro e non a casa i nomi volano come aquiloni. Borja Valero è più di una suggestione: i contatti ci sono, la trattativa è concreta. Rappresenta la Fiorentina del ciclo Montella, quella che in mezzo al campo aveva tre tenori. Lo spagnolo potrebbe fungere da uomo guida nello spogliatoio e dare una mano ai più giovani. Magari non un super titolare come presenze, ma una guida sicura per il gruppo. Idem per Viviano, fiorentino di Peretola, tifoso viola scuro. Verrebbe a piedi perché la Fiorentina per lui è una fede. Potrebbe aiutare il giovane Lafont se sarà il francese il prescelto dalla società. Emiliano è lì che aspetta e spera. 

Tra i tanti candidati anche Lazzari e Bennacer: esterno e fulcro del gioco, due elementi molto interessanti. Sono buone idee e potrebbero diventare ottimi colpi. Si parla in attacco anche di Inglese e Cutrone, sono attaccanti ideali per il gioco di Montella. Il secondo è stato lanciato giovanissimo nel Milan proprio dall’attuale allenatore viola. 

Gli uomini mercato dovranno gestire i numerosi esuberi, ma anche la vicenda Chiesa. A quanto pare è una storia ancora tutta da definire: pericoloso sbilanciarsi sul risultato finale. Commisso ha fatto sapere di voler trattenere Federico, nel contempo però il listino del diamante viola monta come la panna. Non resta che affidarsi alla diplomazia: le parti dovranno mettersi a sedere e scegliere con serenità la soluzione ottimale per entrambi. Quale? Ecco il rebus da risolvere.