OBIETTIVI VIOLA, Chi è Franck Ribéry (video)

21.05.2007 15:26 di Leonardo Menicucci  articolo letto 4923 volte

Franck Ribery, soprannominato "Quasimodo", è l'oggetto del desiderio del mercato francese. Seguito da diverse squadre europei, ultimo dei quali, in ordine cronologico, la Fiorentina. E' in procinto di partire a fine stagione. Ma scopriamolo attraverso la scheda tecnica ed il video.

Nome: Franck
Cognome: Ribéry
Ruolo: centrocampista
Posizione: destra - sinistra
Propensione: offensiva
Piede di calcio: destro
Nazionalità: Francia
Nato il: 01/04/1983
A: Boulogne-sur-Mer
Altezza: 170 cm
Peso forma: 62 Kg
Società di appartenenza: Marsiglia
Soprannomi: Scarface, Il mago, FerraRibery, Quasimodo
Storia dei soprannomi
Ha una cicatrice che gli parte dalla tempia sinistra e arriva fino al mento e un'altra che gli attraversa la fronte, parallela alle sopracciglia. Per anni ci hanno letto sopra un'adolescenza burrascosa fatta di pugni in periferia e battaglie a cocci di vetro. Il padre, François, giura che è il segno indelebile di un incidente: «Era piccolo avrà avuto due anni, è stata una brutta caduta e non ne posso più di sentire che è l'eredità di un pestaggio. Franck è sempre stato un ragazzo tranquillo». Circola ogni genere di voce su quelle cicatrici, una resa dei conti o una macchina rubata e accartocciata con la sua faccia dentro, in realtà ci sono foto in cui è davvero troppo giovane per guidare (anche senza patente) e ha la guancia già rigata.
Ribéry è l'immagine della Francia ed è troppo semplice dire che quelle incisioni non hanno contato nulla. Gli hanno segnato i lineamenti e la vita e non solo quelle, anche i denti sovrapposti, la statura ristretta, quello sguardo perso, tutto l'accrocchio di difetti fisici che gli ha appiccicato addosso il nome di Quasimodo. Glielo urlavano le curve di terza categoria, a Boulogne, lo prendevano in giro. Ribery piangeva, non faceva finta di niente e anche oggi sa bene di aver sentito e patito. Quei cori gli sono arrivati tutti, lo hanno reso sospettoso e taciturno, ma almeno «Quasimodo» è un nome che non lo spaventa più. Ora che è il nuovo genio di Francia, l'erede di Zidane, l'uomo che lascia in panchina David Trezeguet, può vedere quel nomignolo per quello che è: un soprannome.
Ne preferisce un altro, Scarface, glielo hanno dato in Turchia quando giocava per il Galatasaray e viveva da star vicino allo stadio Ali Sami Yen. Un giorno gli hanno srotolato la locandina del film e al posto di Al Pacino c'era Franck Ribery.

Le sue squadre
Giovanili
2001-2002 Us Boulogne
Professionistiche
2001-2002 Us Boulogne: 24 presenze - 1 gol
2002-2003 Olympique Alès: 18 presenze - 1 gol
2003-2004 Stade Brestois 29: 35 presenze - 3 gol
2004 FC Metz: 20 presenze - 2 gol
2005 Galatasaray: 15 presenze
2005- Olympique Marseille: 35 presenze 6 gol
Nazionale
2006 Francia: 8 presenze 1 gol

Trofei
Campionato del Mondo - Finalista: 2006
Coppa di Francia - Finalista: 2006
Coppa di Turchia - Vincitore: 2005
Coppa Intertoto - Vincitore: 2005

La storia
Franck Ribéry è un giocatore della Francia che gioca attualmente per l'Olympique Marseille nel ruolo di centrocampista offensivo. In seguito alle sue notevoli prestazioni è stato indicato dalla stampa francese come il successore di Zinedine Zidane.
Ribéry è di fede musulmana insieme alla moglie di origini marocchine.
Ha cominciato la carriera nel club della sua città e poi è andato all'Alès, prima che il Brest e il Metz lo ingaggiassero nelle stagioni successive. L'esperienza al Metz dura pochi mesi e Ribéry ben presto si trasferisce nel Galatasaray. In Turchia termina la stagione, ma nell'estate 2005 ritorna in patria firmando un contratto con l'Olympique Marseille, scatenando un contenzioso giuridico tra il Galatasaray e la sua nuova squadra. Nella squadra biancoazzurra, Ribéry mostra finalmente il suo talento; sempre titolare, diventa una stella della Ligue I. Grazie al suo gioco guadagna il premio di miglior giocatore francese per i mesi di agosto, ottobre e novembre 2005. La sua abilità di accelerare davanti agli ultimi difensori, di eseguire passaggi precisi ai propri compagni mettendoli di fronte al gol e il suo incredibile talento in attacco gli hanno garantito un posto nella nazionale francese per la Coppa del Mondo di Germania 2006.
Fa la sua prima presenza in nazionale nell'incontro del 27 maggio 2006 Francia-Messico terminato 1-0.

Ecco delle fantastiche azioni di Ribéry