ZAZZERA, Spero nel rientro alla penultima giornata

30.04.2021 22:20 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
ZAZZERA, Spero nel rientro alla penultima giornata
© foto di Federico De Luca

Danila Zazzera, attaccante della Fiorentina Femminile tornata ad allenarsi dopo quasi un anno di assenza a causa di un problema cardiaco, è intervenuta in diretta a TMW Radio nel corso della trasmissione Tutto Calcio Femminile: Sono felice di poter raccontare la mia storia con la leggerezza mancata in questi mesi, per fortuna è passata. Il momento più brutto è stato quando alle visite mediche mi hanno fermata: a inizio stagione ogni calciatrice è motivata, e quando ho saputo di dovermi operare a cuore aperto è stata una bella batosta. Il momento più bello invece la telefonata con cui mi hanno comunicato che ero idonea... Non ci ho capito più niente, ho iniziato a piangere e chiamato la mia famiglia e i miei amici dicendo che ce l'avevo fatta".

Quando la rivedremo in campo?
"Con lo staff tecnico mi sono prefissata di essere disponibile almeno per la penultima di campionato. Il corpo si deve riabituare, ma ci sono buone probabilità. Mi è rimasto impresso il fatto di aver ispirato molte persone sul fatto che l'impossibile non esiste, con determinazione e voglia tutto è possibile".

Chi sono i suoi modelli?
"Al maschile mi piace molto Mbappe. Al femminile, sono sincera, non ne ho. Non tifo nessuna squadra, sostengo la Fiorentina...".

Chi l'ha sorpresa tra le sue compagne?
"In nazionale già avevo visto che Tortelli era molto forte: negli anni però secondo me è cresciuta esponenzialmente, trasformando i suoi punti più grezzi in forza".

Cosa la colpisce del corso Commisso?
"Il presidente sta cercando di assemblare maschile e femminile in una sola unità, finora eravamo come due isole indipendenti mentre adesso andiamo al centro sportivo e usiamo anche noi la palestra. Il suo progetto riguarda tutte le squadre, il mondo Fiorentina a 360 gradi".

Qualche altra passione?
"Ho iniziato a lavorare nell'azienda di mio padre e sto facendo un corso di formazione per diventare architetto del verde".

Come festeggerà il primo gol?
"Sicuramente andrò a toccare la cicatrice, è un ricordo di quanto ho passato".