CINCOTTA, Squadra nuova e interessante: un mix...

05.08.2020 17:00 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
© foto di Massimiliano Vitez/Image Sport
CINCOTTA, Squadra nuova e interessante: un mix...

Antonio Cincotta, allenatore della Fiorentina Femminile, è tornato a parlare ai canali ufficiali del club viola dal ritiro di Montecatini dopo le prime settimane di lavoro. Queste le sue dichiarazioni: "La stagione si è conclusa come nessuno sportivo vorrebbe mai, il campionato non è andato avanti per la tragedia che abbiamo vissuto e che in parte stiamo ancora vivendo. Sono state prese delle decisioni, ora bisogna sforzarsi a guardare avanti e lasciarsi alle spalle il periodo difficile.
E' stato triste non tornare in campo, ma lo è stato ancora di più assistere a quello che abbiamo assistito. Ripartiamo con una voglia incredibile dopo tanti mesi di lockdown, senza calcio, senza allenamenti, ma è anche un'esperienza incredibile perché bisogna rimettere in condizione un gruppo che è fermo da molti mesi e non c'è letteratura che ci dica come fare, non c'è un esperto che l'ha già vissuta, non c'è storia, è una sfida incredibile e difficile.
Stiamo facendo un gran lavoro di squadra perché la prima cosa da fare è tutelare la salute delle ragazze, è bene rispettare le loro sensazioni, non sottostimare anche il minimo problema fisico che possono sentire poiché l'esposizione agli infortuni è un pochino alta, stiamo facendo un lavoro graduale, molto calmo, abbiamo eliminato molte doppie sedute per far sì che la condizione possa tornare in maniera naturale senza troppe forzature.
Credo che la società abbia costruito una rosa davvero interessante, competitiva, con un grande mix di tradizione e innovazione perché sono arrivate atlete che hanno grande esperienza nazionale e internazionale, ma anche diverse giovani italiane molto interessanti, investimenti fatti anche per il futuro, ragazze che dovranno crescere unitamente alle nostre ragazze in prestito per cui si sono guardati tutti questi aspetti e credo che questo mix possa generare un'alchimia molto positiva che in gran parte già si vede da queste prime settimane di lavoro. Sono convinto di avere un gruppo di ragazze con un entusiasmo incredibile che ci sta trascinando anche ad affrontare meglio le difficoltà fisiche dei primi allenamenti sul campo.
La società sta guardando con molto attenzione al futuro della squadra femminile e del settore giovanile femminile ed è per questo che sono molto impegnati a livello dirigenziale per portare a Firenze giovani interessanti che si sono distinte nelle nazionali giovanili da aggregare alla prima squadra. Così come sta continuando, e sono orgoglioso di questo, il percorso di crescita di diverse ragazze che già da qualche anno hanno lavorato con noi e che adesso proveranno ad affermarsi nei vari prestiti e torneranno ancora più arricchite nel futuro.
La società anche in questo ha dimostrato grande lungimiranza, la squadra è nuova, è un ritiro molto particolare perché viene in un periodo dopo uno stop mai accaduto prima e stiamo lavorando in due direzioni molto chiare: la prima di costruire un'identità di gioco e di appartenenza ai colori viola subito molto forte, la seconda quella di trovare la condizione atletica migliore che è determinante, ma stiamo lavorando molto sulla prevenzione degli infortuni anche correndo il rischio di fare qualche allenamento di meno, di ridurre il carico di lavoro, ma lavorare in maniera molto graduale affinché le ragazze non siano sottoposte a troppo stress rispetto a quello affrontato durante il lockdown e poi anche perché a livello mentale siamo ancora con l'ombra della pandemia intorno a noi ed è ancora un momento delicato.
E' bene che la gradualità del carico non venga mai dimenticato, stiamo facendo in modo che le ragazze si sentano tutelate, lavorando step per step".