VIOLA, Regista e Borja Valero, dubbi del nuovo ciclo

 di Redazione FV Twitter:   articolo letto 2568 volte
© foto di Federico De Luca
VIOLA, Regista e Borja Valero, dubbi del nuovo ciclo

Regista e Borja Valero, due dubbi a cui trovare una duplice risposta - sottolinea La Nazione - per aprire un nuovo ciclo. Borja, riposizionato in un centrocampo a tre e caricato delle giuste responsabilità, è una pedina su cui la Fiorentina potrebbe contare anche per il prossimo biennio (periodo che manca prima della scadenza del contratto). In un’estate di profondi cambiamenti - si legge - conservare la presenza di un uomo che conosce l’ambiente ed è inserito a Firenze come nessun altro sarebbe una mossa saggia da suggerire a tutti i futuri candidati per la panchina viola. Badelj invece partirà (Milan o ritorno in Germania?) e questo apre la successione in cabina di regia. Corvino tiene sempre monitorato Torreira della Sampdoria, ma per quel ruolo sarà determinante capire l’orientamento tattico del nuovo allenatore. Sanchez - che resta un buon interditore di centrocampo - sarà riscattato. Vecino è un punto di riferimento (clausola permettendo), così come Saponara che dovrà crescere in termini di personalità, ma è il futuro della Fiorentina. Ricollocato nel ruolo di centrocampista ‘puro’, ci sarà spazio anche per Cristoforo che deve essere per forza riscattato.