BERNA GOL DA FUORICLASSE, TATA BRAVO E FORTUNATO

 di Tommaso Loreto Twitter:   articolo letto 13458 volte
BERNA GOL DA FUORICLASSE, TATA BRAVO E FORTUNATO

TATARUSANU – Decisivo nel suo primo intervento, dopo dodici minuti rimanendo in piedi davanti ad Hazard. Graziato da Stindl a cinque minuti dall'intervallo, deve ringraziare anche l'aiuto del palo poco dopo. Molto più tranquillo il secondo tempo. Bravo e fortunato, 6,5.

SANCHEZ – Nel primo quarto d'ora soffre dalla sua parte, con le due occasioni del Borussia che partono da destra. Più che passa il tempo più che la sofferenza aumenta con Johnson che lo svernicia regolarmente. Un pallone malamente svirgolato in area apre il suo secondo tempo che si fa meno sofferente col passare dei minuti. In apnea, 5.

RODRIGUEZ – Per poco non sfrutta un'uscita indecisa di Sommer nei primissimi minuti, poi chiude a dovere su Hermann regalando il primo corner ai tedeschi. Bene in chiusura su Hazard in apertura di ripresa, male invece quando regala il pallone a Johnson che, per fortuna, spara a lato. E' comunque l'unico passaggio a vuoto, 6,5.

ASTORI – Nel primo quarto d'ora soffre, soprattutto sull'occasione non realizzata da Hazard, poi sbaglia a regalare il pallone a Johnson che spara altissimo. Va decisamente meglio nel corso del secondo tempo quando riesce ad alzare il baricentro della sua azione e non si fa più superare, 6.

TELLO – Molto poco servito nel primo tempo, non offre nemmeno troppa copertura lasciando Sanchez troppo solo al suo destino. Bello il cross per Borja Valero nel secondo tempo, poi dopo l'ingresso di Cristoforo viene dirottato sulla sinistra. A scartamento ridotto, 5,5.

Dal 40'st TOMOVIC - S.v.

BADELJ – Poco possesso palla in avvio e poca precisione in appoggio, tanto che il centrocampo tedesco fa più o meno quel che vuole. Sull'ennesimo pallone perso è costretto a ricorrere al cartellino giallo. Si fa apprezzare per un intervento difensivo determinante a dieci dalla fine, ma subito dopo scivola e regala l'ennesima ripartenza ai tedeschi. Non in serata, 5.

VECINO – In balìa del centrocampo avversario tocca pochissimi palloni nella prima mezz'ora, salvo accendersi con qualche lampo isolato. Sradica un buonissimo pallone nei primi minuti della ripresa e minuto dopo minuto conferma la crescita, 6.

M.OLIVERA – In qualche modo va in chiusura su Hermann, sul cross di Johnson, rischiando anche il rigore. Non cambia la musica con il passare del tempo, anche se nel secondo tempo dà segnali di ripresa in copertura. Più bassi che alti, 5,5.

BORJA VALERO – In posizione avanzata, insieme a Bernardeschi, inizialmente dà l'idea di non essere proprio al centro della manovra. S'inserisce bene sul pallone di Tello e per poco non raddoppia al quarto d'ora della ripresa. Ci riprova con un bel tiro da fuori parato da Sommer. Contando che il ruolo non è propriamente il suo si spende molto, 6.

BERNARDESCHI – Pochi spunti in un primo tempo complicatissimo per tutta la squadra viola, fino a quando sale in cattedra procurandosi la punizione che realizza per il vantaggio della Fiorentina. Esce quando nessuno se l'aspetta, lasciando l'eredità pesantissima di un gol da fuoriclasse, 7,5.

Dal 19'st CRISTOFORO – Dovrebbe aggiungere palleggio alla Fiorentina che punta soprattutto al controllo della partita, ma non ci riesce completamente, 5,5.

KALINIC – Fin dalle prime battute è costretto a gestire il costante raddoppio degli avversari nei suoi confronti. Vecino prova a innescarlo un paio di volte ma non trova mai il tempo per tirare. Una buona triangolazione con Tello sull'occasione di Borja. Novanta minuti di sacrificio, 6.

Dal 30'st BABACAR – Entra giusto in tempo per tenere alta la squadra, 6.

SOUSA – Poche sorprese, Sanchez e non Tomovic a destra, Tello al posto dello squalificato Chiesa. L'avvio sembrerebbe promettente, ma dopo una decina di minuti il Borussia sale in cattedra e colleziona due occasioni nitide. I tedeschi hanno comunque vita facile sulla trequarti vista l'assenza di pressing da parte dei suoi, eppure all'intervallo la Fiorentina è avanti 1-0 grazie al gioiello di Bernardeschi. Nella ripresa la squadra sembra crescere, poi esce Bernardeschi ed entra Cristoforo e a seguire tocca a Babacar al posto di Kalinic. Il Borussia tenta gli ultimi assalti mentre i viola puntano al possesso palla con l'ingresso di Tomovic al posto di Tello. Alla fine il risultato è ottimo e in vista della gara di ritorno si può essere ottimisti. Missione Monchengladbach completata, 6.