AGYEI, In Serie B ogni partita è una guerra

 di Redazione FV Twitter:   articolo letto 1973 volte
Fonte: tuttojuvestabia.it
© foto di Federico De Luca
AGYEI, In Serie B ogni partita è una guerra

Contro il Novara, potrebbe scattare l'ora di Daniel Kofi Agyei. Mister Braglia starebbe infatti valutando l'ipotesi di un suo impiego per il match contro gli azzurri di Tesser ed il ghanese si rivela entusiasta dell'eventualità di esordire in campionato al "Silvio Piola": "Sono sempre stato carico e al servizio del mister. Questo è il mio lavoro e devo farmi trovare pronto. Sono un calciatore che cerca sempre di aiutare la squadra ed anche se non gioco, dalla panchina voglio dare il mio contributo. A Novara sarà difficile, loro hanno vinto 3-1 fuori casa e saranno molto motivati. Di contro noi abbiamo pareggiato contro il Vicenza, ma è come se avessimo perso. Non sarà facile, ma la voglia di vincere è tanta e sicuramente ci impegneremo al massimo per raccogliere i 3 punti a Novara”.
Agyei spende qualche parola anche sul suo compagno e connazionale Maxwell Acosty: “Lo conosco bene: contro la Sampdoria ha fatto benissimo, ma domenica ha vissuto una giornata no. Può capitare e sono sicuro che saprà riprendersi presto”.
Il discorso cade poi sui tifosi e sulle differenze tra il campionato Primavera e la serie B: “I tifosi sono eccezionali. Caricano sempre la squadra anche nelle difficoltà e spero che lo faranno sempre. I fischi? Non mi preoccupano. Io in campo mi isolo, non ascolto quello che mi dicono fuori. Faccio il mio lavoro e aiuto i miei compagni. Sono consapevole che la serie B è diversa dal campionato Primavera. Quando si entra in campo è sempre una guerra col rischio che, se non si raggiungono i risultati, si rischia la retrocessione. Cosa che non accade nel campionato Primavera”.