VITTORIA SOFFERTA, MA SONO 3 PUNTI. NOTA POSITIVA: I VIOLA NON MOLLANO MAI. KALINIC È RIMASTO, MENO MALE... SAPONARA, UN ASSIST DEGNO DI LUI

 di Mario Tenerani  articolo letto 11374 volte
© foto di Federico De Luca
VITTORIA SOFFERTA, MA SONO 3 PUNTI. NOTA POSITIVA: I VIOLA NON MOLLANO MAI. KALINIC È RIMASTO, MENO MALE... SAPONARA, UN ASSIST DEGNO DI LUI

Un'altra vittoria sofferta, un nuovo trionfo al fotofinish. Forse faremmo bene a stupirci meno tutti, rispetto a qualche anno fa il calcio e' un po' cambiato. Oggi le partite spesso negli ultimi minuti cambiano risultato, probabilmente per tanti fattori, ma il dato e' questo. Assistiamo a repentini cambiamenti di fronte, talvolta a rimonte incredibili. Proviamo a cogliere un aspetto positivo in un momento in cui francamente se ne scorgono pochi. 

Questa squadra, discontinua nelle prestazioni, ha certamente il pregio di non mollare mai. I viola ci credono sempre, sentono l'odore del gol fino a quando l'arbitra non fischia, anche se prima ne sbagliano a valanghe... Kalinic ha segnato al 90' dopo che la Fiorentina, stando al nostro taccuino, aveva fabbricato in totale 11 occasioni vere, tra queste ci mettiamo pure il palo di Ilific. Per la cronaca Kalinic ne aveva fallite - un po' per la bravura di Cordaz un po' per imprecisione - addirittura 7... Anche il Crotone ha avuto le proprie chance: 4 in tutto e nel calcolo rientra anche il palo di Falcinelli. Puo' darsi che la Fiorentina abbia concsso troppo ad una formazione debole come quella di Nicola, ma di sicuro per legittimare la vittoria ha prodotto tanto di piu'. Aver vinto ancora allo scadere testimonia, appunto, una tenacia viola da non sottovalutare, anche se la rimonta per il sesto posto, zona in cui staziona l'Atalanta, resta un'impresa. Da vivere, pero', con convinzione sino alla conclusione del campionato. Facciamo finta di niente ma 9 gare che valgono 27 punti in palio, sono parecchie. Puo' ancora succedere di tutto. 

Kalinic da quando ha detto no alla Cina, regalando una gioia - in un periodo di carestia... -, ai tifosi viola, ha segnato con una buona continuita'. Ben 5 i gol dalla chiusura del mercato, considerando anche l'Europa. Meno male che  e' rimasto... E' vero che sbaglia pure lui, ma il tabellino dei marcatori resta un suo fedele amico. 

Saponara ha giocato da subentrante solo 28 minuti, ma ha saputo sfruttarli al meglio. Intelligenza, umilta' e classe, questo il suo repertorio. Un assist per Kalinic davvero molto bello, un passaggio degno dei colpi di Saponara. Siamo convinti che sia stato un acquisto azzeccato, un giocatore sul quale si possa costruire qualcosa di buono. Ora la sosta, sperando che le nazionali non creino preoccupazioni per l'infermeria. Due settimane di stop alimenteranno le voci sul toto allenatore. Ma tanto ci siamo abituati, da ora a giugno sara' sempre cosi'.